Patata Viola Vitelotte – L’Ambiente Naturale

PATATA VIOLA VITELOTTE – L’AMBIENTE NATURALE


Photo: © Jacopo Ventura

AUTRICE: Valeria Laudi

COSA:
Patata Viola Vitelotte

CHI:
L’Ambiente Naturale (BS)

QUANDO:
da maggio ad agosto

DOVE:
online sull’App di Cortilia o sul loro sito Cortilia.it

PERCHÉ:
piccola, gibbosa, con buccia spessa e forma oblunga, la Patata Viola Vitelotte è la varietà francese di un antico tubero originario delle Ande peruviane. La sua polpa ha un sapore molto particolare, tendente al dolciastro, che richiama la castagna, ma con un retrogusto di nocciola. Di un intenso colore viola screziato di bianco da cruda, una volta cotta questa insolita patata vira più verso il blu. Fantastica da vedere, è ottima anche sotto il profilo nutrizionale, poiché poco calorica, ricchissima di principi nutritivi e con potere antiossidante, grazie all’elevata concentrazione di antocianina, la sostanza che la colora. Purtroppo a causa della bassa resa produttiva, il prezioso tubero non è molto coltivato ed è quindi piuttosto difficile da trovare sul mercato.

COME:
molto apprezzata dagli chef di tutto il mondo, soprattutto per il caratteristico colore che conferisce vivacità a ogni piatto, essendo molto farinosa e zuccherina, la Patata viola Vitelotte si presta a molteplici usi in cucina. Ottima per gustosi puré, morbide vellutate, ma deliziosa anche cotta al forno o lessata. Io ho scelto invece di utilizzarla per fare coloratissimi gnocchi che ho condito solo con burro, salvia e scaglie di Parmigiano, per non coprirne il sapore molto delicato.

QUANTO COSTA:
€ 1,99 il sacchetto da 500 g
(prezzo di acquisto in data 30/08/2021)


Valutazione complessiva

Ottimo 8/10